Séverin Dornier (Germania, Svizzera - 1993), « Gardening »

Dana Borich (Israele, Serbia - 2003), « Samsara »

Yan Ee Toh (Singapore - 2000), « Atlas »

Pléïades: Mélanges

José del Avellanal Carreno (Spagna, Svizzera - 1998), «Canto»

Pléïades: Claviers

Yan Yue (China - 1997) - « Factory of the Stars »

Pléïades: Metaux

Tianyu Zou (China, Svizzera - 1996), « Étude »

Pléïades: Peaux

Da qualche anno, l'Accademia Internazionale per Giovani Compositori diretta da Oscar Bianchi, suscita un grande interesse nella scena internazionale della musica di oggi e delle nuove generazioni. Fra una media di circa duecento candidati, dieci giovani compositrici/compositori vengono selezionati ed invitati a partecipare e a comporre per l’ensemble in residence invitato nell’anno in corso.

Nelle edizioni precedenti, in qualità di ensemble in residence l’accademia ha ospitato celebri interpreti quali Ensemble Modern, Ictus, Quatuor Diotima e Neuevocalsolisten Stuttgart.

L'anno 2022 corrisponde al centenario della nascita di Iannis Xenakis e al sessantesimo anniversario de Les Percussions de Strasbourg. In virtù di questa particolare occasione, il celebrato gruppo francese sarà ensemble in residence per la sesta edizione dell’Accademia. Un capolavoro del repertorio per percussioni del celebrato compositore greco-francese (Pléiades) sarà integrato alla presentazione delle prime assolute dei giovani talenti. Inserendo i nuovi brani che i giovani compositori scriveranno appositamente per il gruppo all'interno dei diversi movimenti di questo caposaldo del repertorio per percussioni, si sancirà un nuovo patto, una rinnovata alleanza artistica tra le generazioni emergenti ed il grande repertorio contemporaneo.