martedì 14 febbraio

Teatrostudio
da 12.- a 25.- CHF

18:00

Marco D’Agostin, premio Ubu come miglior performer “Under 35”, è autore di un lavoro pensato con e per Marta Ciappina, interprete singolare nel panorama della danza italiana che mette qui a disposizione la propria travolgente esistenza invitando il pubblico a entrare nei luoghi più oscuri e in quelli più luminosi della sua storia.

“La sua vita potrebbe essere raffigurata da due assi perpendicolari, su quello orizzontale tutto ciò che le è accaduto, ha visto, ascoltato in ogni istante, sul verticale soltanto qualche immagine, a sprofondare nella notte.” (A. Ernaux, Gli anni)

Qualcuno ha scritto che c’è una distanza incolmabile tra quel che è successo un tempo e il modo in cui ci appare ora, ammantato di una strana irrealtà. La coreografia de Gli anni è costruita per tentare di ricucire questo strappo: l’incandescente storia di un singolo - Marta Ciappina, interprete unica per itinerario artistico e peculiarità tecniche nel panorama della danza italiana - invita gli spettatori a giocare con la propria memoria. Il corpo di Marta e gli occhi di chi la guarda intraprendono un viaggio che fa la spola tra il presente - il momento della performance, irripetibile incontro romantico - e il passato di ognuno, in una trama di andate e ritorni che confonde le storie, le canzoni e i ricordi. Su palco e platea si stende lenta l’ombra di un romanzo: l’invito è a scriverlo assieme, un’opera a cento mani che ci esorti ad attraversare le rovine guardando in alto.

di
Marco D'Agostin

con
Marta Ciappina

suono
LSKA

luci
Paolo Tizianel

conversazioni
Lisa Ferlazzo Natoli
Paolo Ruffini

costruzione elementi scenici
Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa

promozione, cura
Damien Modolo

organizzazione
Eleonora Cavallo

amministrazione
Federica Giuliano

produzione
VAN

in coproduzione con
Centro Nazionale di Produzione della Danza Virgilio Sieni e Fondazione CR Firenze, Piccolo Teatro di Milano - Teatro d’Europa, Emilia Romagna Teatro ERT / Teatro Nazionale, Festival Aperto - Fondazione I Teatri, Snaporazverein

con il sostegno di
L’arboreto – Teatro Dimora | La Corte Ospitale ::: Centro di Residenza Emilia-Romagna, CSC/OperaEstate Festival Veneto

con il supporto di
Istituto Italiano di Cultura di Colonia/MiC-Direzione Generale Spettacolo e Tanzhaus nrw, Düsseldorf, nell’ambito di NID international residencies programme