• Mascherina obbligatoria
    (> 12 anni)
  • Tracciabilità garantita

Carmelo Rifici firma la regia de Le relazioni pericolose, lavoro tratto dal celebre romanzo epistolare di Pierre-Ambroise-François Choderlos de Laclos che il regista sceglie di riscrivere insieme a Livia Rossi, già sua allieva alla Scuola di Teatro “Luca Ronconi” del Piccolo Teatro di Milano.
In scena, accanto ad un cast di attori dalla consolidata esperienza quali Elena Ghiaurov, Monica Piseddu ed Edoardo Ribatto, i giovani Flavio Capuzzo Dolcetta, Livia Rossi e la compositrice e sound designer Federica Furlani.

Pur mantenendo la struttura epistolare, i nomi propri dei mittenti e dei destinatari delle lettere e la sostanza della trama, l’opera di Laclos viene riscritta da Rifici e Rossi attraverso un lavoro di ricerca di testi di numerosi filosofi e letterati: da Artaud a Pier Paolo Pasolini, da Friedrich Nietzsche a Simone Weil e Fedor Dostojevskij, per citare i nomi più emblematici.
Romanzi, lettere, saggi, suggestioni di pensieri e parole scritte da penne e sensibilità diverse, talora antitetiche tra loro, che, pur nella sostanziale diversità e origine, esprimono profondità e inquietudine di pensiero e scrittura.
Rifici desidera far affiorare la violenza e il potenziale bellico delle lettere: più che il profilo psicologico dei personaggi, intende far emergere le ideologie che li sottendono, le stesse che hanno suggerito l’incontro con gli autori e i filosofi da cui il lavoro trae ispirazione.
Con Le relazioni pericolose, Rifici ci invita in un viaggio nel doloroso campo di battaglia del pensiero, in cui il Linguaggio si incontra e scontra con la Parola

ispirato a
Il teatro e la peste, Antonin Artaud 
Il castello interiore, Teresa d’Avila
Vita, Teresa d’Avila
Massa e potere, Elias Canetti 
Della guerra, Carl von Clausewitz
L’idiota, Fëdor Dostoevskij 
Portando Clausewitz all’estremo, René Girard
Le relazioni pericolose, Christopher Hampton
Lettera a Lord Chandos, Hugo Von Hofmannsthal
Poesie, John Keats
Le relazioni pericolose, Pierre-Ambroise-François Choderlos de Laclos 
L’anticristo, Friedrich Nietzsche
Lettera a don Giovanni Rossi, Pier Paolo Pasolini
Justine, Donatien-Alphonse-François de Sade
La persona e il sacro, Simone Weil
Sovvertimento dei sensi, Stefan Zweig
Lettera di una sconosciuta, Stefan Zweig
e al Cantico dei Cantici 

frasi citate da
Il gabbiano, Anton Cechov
I promessi sposi, Alessandro Manzoni

drammaturgia 
Carmelo Rifici
Livia Rossi

ricerca delle fonti
Carmelo Rifici
Ugo Fiore
Livia Rossi

regia 
Carmelo Rifici

con (in ordine alfabetico) 
Flavio Capuzzo Dolcetta
Federica Furlani
Elena Ghiaurov
Monica Piseddu
Edoardo Ribatto
Livia Rossi 

disegno sonoro
Federica Furlani

impianto scenico 
Carmelo Rifici
Pierfranco Sofia 

disegno luci 
Giulia Pastore 

progetto visivo 
Daniele Spanò

costumi 
Margherita Platé 

drammaturgia del corpo 
Alessandro Sciarroni 

assistenti alla regia 
Ugo Fiore
Simon Waldvogel 

costumi d’epoca realizzati presso la 
Compagnia Italiana della Moda e del Costume
e da 
Giulia Alvaro

ricerca tecnologie audio e sonorizzazione
Brian Burgan 

disegno e realizzazione attrezzeria
Matteo Bagutti

responsabile settore produzione e programmazione
Massimo Monaci 

coordinatore di produzione
Maurizio Corradini 

referente di produzione
Susanna Plata

addetta di produzione
Alice Cinzi  

amministratrice di produzione
Cristina Bartolone

distribuzione
Massimo Monaci
Maurizio Corradini

organizzazione
Maria Fico 

direttore tecnico
Pierfranco Sofia

coordinatrice tecnica
Sarah Chiarcos

direttore di scena
Ruben Leporoni

programmatore luci ETC e elettricista
Giovanni Voegeli

fonico
Brian Burgan 

comunicazione
Alessio Manzan
Alice Croci Torti 

ufficio stampa
Anna Poletti
Silvia Pacciarini

documentazione e redazione
Nicola Fiori

social media e multimedia
Anna Domenigoni
Agnese D’Ascanio  

grafica
Mike Toebbe
Irene Masdonati

foto di scena
Luca Del Pia 

videoriprese archivio e promozione
Giacomo Jaeggli
Olmo Cerri, REC

marketing
Gregory Birth
Abigaille Gianinazzi

produzione 
LAC Lugano Arte e Cultura

Si ringraziano 
Perry Tièche della RSI Radiotelevisione svizzera per la fornitura dei dispositivi audio d’epoca 
e
Fabio Liberatore per la consulenza e il supporto tecnico

Naturhistorischen Museum Bern - Eine Institution der Burgergemeinde Bern per il gentile prestito dell’esemplare lupo (Canis lupus)