Cambio di location: Il workshop è stato spostato nella Hall del LAC.

Il coreografo e danzatore svizzero Muhammed Kaltuk conduce un workshop di danza urbana allo Skatepark di Lugano.

Kaltuk ha acquisito la sua estetica, ricca e unica, grazie alla varietà di stili che ha potuto approcciare nel corso del tempo. Inoltre, la collaborazione con le persone che hanno lavorato e lavorano con lui, fornisce materiale sempre nuovo alla sua visione.

Nella poetica artistica del coreografo è essenziale che l’attitudine personale trovi il corretto riscontro nella manifestazione esterna del movimento. Questo aspetto è ampiamente esplorato nei suoi workshop. Il coreografo incoraggerà i danzatori e le danzatrici nel superare la loro estetica usuale per andare verso la scoperta di nuovi lati di se stessi. Secondo la sua visione, gli artisti dovrebbero rimanere veri ed autentici per rendere il loro movimento unico, in modo che il loro lavoro possa emergere all’interno delle coreografie di gruppo.

Coreografo e danzatore svizzero, cresce in una famiglia turca conservatrice. All’età di quindici anni frequenta il suo primo corso di danza hip hop e si appassiona alla danza urbana a tal punto da formare il suo primo gruppo di ballo chiamato Special Elements, con cui ottiene i primi successi. Dal 2015 al 2018 frequenta la Höhere Fachschule für Zeitgenössischen und Urbanen Bühnentanz a Zurigo; nel 2017 fonda la compagnia di danza Company MEK con cui realizza performance che attingono al mondo della danza hip hop e della danza contemporanea, combinandole in funzione di una creazione artistica del tutto personale. Oggi Kaltuk lavora come coreografo creando progetti in tutta la Svizzera e all’estero; i suoi lavori sono stati presentati in teatri e festival nazionali e internazionali, tra questi Theater Basel, Dampfzentrale Bern, Kaserne Basel, Tanzhaus Zürich, Theater Luzern, Theater St. Gallen, COLOURS International Dance Festival - presented by Eric Gautier, Theater der jungen Welt Leipzig e al Theater Plauen/Zwickau. Nel 2020 riceve il premio per la migliore coreografia all’Internationales Solo Tanz Theater Festival Stuttgart, ottenendo un progetto di residenza artistica al Theater Plauen/Zwickau; lo stesso anno con Father Politics è finalista al concorso PREMIO dedicato ai giovani talenti del teatro e della danza.