venerdì 08 ottobre

Teatro foce
da CHF 12.- a CHF 25.-

  • Certificato COVID
    (> 16 anni)
  • Mascherina obbligatoria
    (> 12 anni)
  • Distanziamento garantito
    (posto libero tra prenotazioni)
  • Tracciabilità garantita

Danzatrice e performer anglo-americana – svizzera d’adozione –, ha ereditato le opere di sua zia, la famosa danzatrice e coreografa statunitense Lucinda Childs, dando vita ad un archivio straordinario. Ma Ruth Childs non si accontenta di questo, e nel 2018 inizia a creare i suoi lavori. Con Fantasia mette insieme tutti i suoi ricordi musicali, quelli che hanno modellato il suo corpo in tutti gli anni della sua carriera precedente: balletti, opere, concerti della sua infanzia al Lincoln Center o quelli che da adolescente ascolta nel loft di sua zia a Soho o nello studio di Merce Cunningham, altra leggenda della danza.

Tutto questo è scritto nel suo corpo: “Ho notato che le melodie che mi sono familiari mi fanno fare gesti spontanei e sorprendenti. Scopro posture, dinamiche, atteggiamenti e impulsi a cui altrimenti non avrei accesso. C'è qualcosa che mi affascina nel trovare l'ignoto attraverso il conosciuto”.

Tutto questo diventa Fantasia. Agli strati della memoria musicale si aggiungono l’evoluzione del mondo e la formazione di una coscienza politica, sociale ed estetica. Come quindi coreografare questi appartamenti del tempo? Su un palcoscenico sobrio e bianco con le musiche di Stéphane Vecchione, Childs colora un autoritratto mobile e astratto, attraverso il quale compaiono motivi familiari, parti misteriose, femminismo ambientale e gioioso.

coreografia e performance
Ruth Childs 

direzione tecnica e creazione
luci Joana Oliveira 

ricerca e creazione sonora
Stéphane Vecchione

occhio esterno e coreografico
Maud Blandel

occhio esterno
Nadia Lauro

costumi
Cécile Delanoë 

una coproduzione
ADC-Genève, Arsenic-Lausanne
Atelier de Paris/ CDCN 

con il sostegno di
Pro Helvetia, Fondazione svizzera per la cultura, Lotteria Romanda, Fondation Nestlé pour l’Art, SIS Fondation suisse des artistes interprètes ou executants, Fondation Ernst Göhner

una coproduzione nell'ambito del
"Fondo programmatori di Reso – Réseau Danse Suisse, sostenuto da Pro Helvetia" 

con il sostegno di
Tanzhaus Zürich, The Floor NYC

si ringraziano
Théâtre Sévelin Lausanne, Fondation Nestlé pour l’Art