sabato 30 gennaio
20:30

Teatrostudio

Vineta Sareika, violino
Suyoen Kim, violino
Gregor Sigl, viola
Harriet Krijgh, violoncello

Johann Sebastian Bach
Preludio

Dmitrij Šostakovič
Quartetto per archi n. 15 in mi bemolle minore, op. 144

Johann Sebastian Bach
Postludio

Antonín Dvořák
Quartetto per archi n. 13 in sol maggiore, op. 106

Quartetto Artemis

Quando nel 1989 i quattro giovani musicisti dell’Artemis – allora studenti della Musikhochschule di Lubecca – si unirono in quartetto, ancora non sapevano che il loro sarebbe diventato un ensemble dai tratti artistici così incisivi da superare la singolarità delle loro persone. Oggi tutti i membri originari sono infatti stati sostituiti, ma Vineta Sareika e Suyoen Kim (primo e secondo violino alternati), Gregor Sigl alla viola e Harriet Krijgh al violoncello studiano seguendo le orme di chi li ha preceduti: grazie a un accurato archivio digitale di tutte le prove, quando i musicisti tornano a eseguire un brano del loro repertorio possono ripartire dalle intuizioni artistiche che già appartengono all’esperienza condivisa del quartetto, aggiungendo ogni volta qualcosa in più.

Nel 2008, Anthony Tommasini scriveva sul New York Times: ≪è sempre cosi, un quartetto non può mai sostituire due membri senza che il suo carattere ne risenta. Ma sono rimasto colpito dalle somiglianze tra il prima e il dopo. Il Quartetto Artemis ha sempre suonato con vigore, virtuosismo e sensibilità, con chiarezza di idee e spontanea franchezza≫.

Leggi di più