martedì 14 gennaio

Sala Teatro
Da 27.- a 39.- CHF

mercoledì 15 gennaio

Sala Teatro
Da 27.- a 39.- CHF

Diretti da Massimo Popolizio, Umberto Orsini e Franco Branciaroli – due giganti del teatro italiano – ridanno vita a un testo divenuto negli anni un classico, nel tentativo di cogliere tutto ciò che lo rende più vicino a Beckett o addirittura a Cechov piuttosto che a un lavoro di puro intrattenimento. Un omaggio al mondo degli attori, alle loro piccole e deliziose manie e tragiche miserie. 

I protagonisti della commedia di Neil Simon, considerato uno dei maggiori scrittori americani degli ultimi cinquant’anni, sono due anziani attori di varietà che hanno lavorato in coppia per tutta la loro vita. Il duo, diventato famoso come “I ragazzi irresistibili”, dopo essersi separato per insanabili incomprensioni, è chiamato a riunirsi, undici anni dopo, in occasione di una trasmissione televisiva che vuole celebrare la storia del glorioso varietà americano. 
In scena vediamo i due vecchi attori che, con le loro diverse personalità, cercano di ricucire quello strappo che li ha separati per tanti anni nel tentativo di ridare vita ad un numero comico che li ha resi celebri. Le incomprensioni antiche si ripresentano più radicate e questa difficile alchimia è il pretesto per un gioco di geniale comicità e di profonda melanconia. Alcuni scambi di battute e situazioni esilaranti sono fonte non solo di comicità ma anche di uno sguardo di profonda tenerezza per quel mondo del teatro che, quando vede i suoi protagonisti avviati sul viale del declino, mostra tutta la sua umana fragilità. 

Ispirata alla vita di una famosa coppia di artisti del vaudeville, Joe Smith e Charles Dale, The Sunshine Boys di Neil Simon debuttò a Broadway nel 1972 con la regia di Alan Arkin. Nei decenni successivi, sono numerosi e di grande successo gli allestimenti teatrali in tutto il mondo, senza dimenticare la pluripremiata versione cinematografica del 1975 diretta da Herbert Ross con protagonisti Walter Matthau e George Burns.

di
Neil Simon      

traduzione
Masolino D’Amico

regia
Massimo Popolizio 

con
Umberto Orsini
Franco Branciaroli                                         

e con
Flavio Francucci
Chiara Stoppa
Eros Pascale
Emanuela Saccardi 

scene
Maurizio Balò

costumi
Gianluca Sbicca  

luci
Carlo Pediani 

suono
Alessandro Saviozzi 

produzione
Teatro de Gli Incamminati, Compagnia Orsini, Teatro Biondo Palermo

in collaborazione con
CTB Centro Teatrale Bresciano

e con
AMAT Associazione Marchigiana Attività Teatrali, Comune di Fabriano