domenica 01 dicembre

Sala Teatro
Da 49.- a 70.- CHF

Die 12 Cellisten der Berliner Philharmoniker

Julius Klengel
Hymnus per 12 violoncelli, op. 57

Jean Françaix
Noël nouvelet
Aubade
, per 12 violoncelli (estratti)

Dmitrij Šostakovič
Valzer dalla Suite per orchestra jazz n. 1, op. 38b

Vincent Scotto
Sous les ponts de Paris

Edith Piaf e Louis Guglielmi
La vie en rose

Henri Bourtayre
Fleur de Paris

Stephan Koncz
Swing on Dvořák

John Williams
Catch me if you can (dalla colonna sonora del film Prova a prendermi)

George Shearing
Lullaby of Birdland

Jule Styne
Let it snow! Let it snow! Let it snow!

John Williams
Home alone (dalla colonna sonora del film Mamma, ho perso l'aereo)

Leroy Anderson
Sleigh ride

Glenn Miller
Moonlight serenade

Juan Tizol Martínez e Duke Ellington
Caravan

Hanno già festeggiato 50 anni di attività, i loro dischi a più riprese hanno ricevuto il premio Echo Klassik e continuano a essere una delle istituzioni di spicco nella vita musicale internazionale. Che suonino classica, jazz, canzone d’autore, musica da film o il repertorio d’avanguardia, il pubblico rimane sempre ugualmente affascinato dall’ampia gamma di timbri e sfumature che questi dodici virtuosi riescono a plasmare, in una miscela esplosiva di serietà e umorismo, di compostezza e leggerezza. Nel 1972 una produzione radiofonica offrì l’idea di fondare questo ensemble: bisognava eseguire l’Hymnus di Julius Klengel, composto espressamente per dodici violoncelli e che, non a caso, viene presentato in apertura del programma. Da Klengel, i 12 violoncellisti della Filarmonica di Berlino salperanno per un viaggio musicale travolgente, esplorando orizzonti davvero molto diversi: da Edith Piaf a John Williams, da Jean Françaix a Glenn Miller.