Ticino Musica torna anche quest’anno al LAC con un capolavoro di Gioachino Rossini: La Cenerentola di Gioachino Rossini, messo in scena dalla scoppiettante squadra dell’Opera studio internazionale “Silvio Varviso”, con Umberto Finazzi alla direzione artistica e Daniele Piscopo a regia, scene e costumi

I cantanti – giovani promesse della scena lirica selezionate tramite un’audizione internazionale – si esibiranno accompagnati dall’Ensemble Ticino Musica, composto da alcuni dei migliori studenti del Conservatorio della Svizzera italiana.


Crediti
La Cenerentola di Gioachino Rossini

Opera studio internazionale “Silvio Varviso”, attori
Umberto Finazzi, direttore artistico
Daniele Piscopo, regia scene e costumi

Il Festival Ticino Musica è un incontro di musicisti, grandi maestri e giovani promesse, provenienti da ogni parte del mondo, in cui offerta artistica e offerta formativa si fondono sapientemente per dare ai partecipanti ed al pubblico la possibilità di vivere un’esperienza musicale a 360°.
Questo incontro internazionale, oggi conosciuto con il nome di Ticino Musica, esiste dal 1979. Nel 1997 si è stabilito nella Svizzera italiana, dove si sviluppa come festival internazionale di musica classica in tutto il Cantone Ticino.
Ma Ticino Musica è anche un evento turistico di grande importanza in Svizzera ed è sostenuto dalle autorità federali, cantonali e cittadine, così come dagli enti turistici e da privati. Fondato nel 1979, beneficia di un’esperienza di 40 anni, iniziata ad Assisi, proseguita a Riva del Garda ed approdata in Ticino nel 1997, riscontrando da subito un grande successo.
Ticino Musica invita ogni anno artisti di grande levatura internazionale che tengono corsi di alto perfezionamento in canto, tutti gli strumenti dell’orchestra sinfonica, musica da camera dalle piccole formazioni fino ai grandi ensemble, con inoltre un'Academy internazionale per giovani compositori ed un'Opera studio internazionale. La massiccia partecipazione, la serietà dell’impegno e l’accoglienza estremamente positiva dimostrano che l’iniziativa soddisfa una reale necessità da parte dei giovani musicisti professionisti, solisti ed ensemble, di migliorarsi e perfezionarsi acquisendo nuovi impulsi didattici e tecnico-interpretativi provenienti da scuole di diversi paesi del mondo. Particolarmente apprezzata dai partecipanti è l'opportunità che Ticino Musica offre loro di maturare la propria esperienza concertistica nei numerosi appuntamenti all'interno del cartellone degli eventi, parallelamente ai quotidiani concerti serali, che vedono protagonisti i loro docenti. Tutti gli appuntamenti sono seguiti da un pubblico folto e molto partecipe. La stampa, la radio e la televisione seguono ogni anno l'evento dedicandovi servizi speciali.
La presenza di oltre 250 musicisti provenienti da 40 nazioni, insieme nello stesso luogo e nello stesso periodo, è una formula che dà vita ad un incredibile intreccio multiculturale fatto di collaborazioni in gruppi cameristici o ensemble vari, da cui nascono nuovi collegamenti artistici che continuano nel tempo.  
Oltre al valore culturale e sociale dell’avvenimento, va ricordato l’apporto di promozione turistica di Ticino Musica. Oltre 500 persone soggiornano ogni giorno per due settimane in Ticino; i concerti e le recite operistiche in cartellone sono seguite da un pubblico eterogeneo ed internazionale sempre più folto.