• Certificato COVID
    (> 16 anni)
  • Mascherina obbligatoria
    (> 12 anni)
  • Tracciabilità garantita

Rivedi l'incontro

Claudio Visentin e Marco Agosta in dialogo con Stefano Vassere
Alla scoperta dell'isola Svizzera


In letteratura, da sempre le isole affascinano, a cominciare da quelle raccontate nell’Odissea. Dal Settecento in avanti, grazie ai romanzi d’avventura le isole diventano l’archetipo di un particolare territorio, anche mentale: un altrove idealizzato, dove la vita segue regole diverse - come sull’isola di Robinson Crusoe o ne L’isola del tesoro di Stevenson. Sul continente europeo c’è una nazione che, per le sue pe-
culiarità, viene considerata alla stregua di un’isola: la Svizzera. Circondata da grandi Stati, priva di una lingua e di una cultura comuni, eppure coesa, longeva e stabile: un paese che ha fatto dell’invisibilità la sua forza. Una Willensnation, spesso vista con diffidenza, a volte anche con una certa “elvetofobia”. Invidiata e caricaturizzata, idealizzata e ridicolizzata; ma che paese è veramente la Svizzera? E come ci vedono gli altri? L’ultimo numero di THE PASSENGER – la rivista che attraverso inchieste, reportage letterari e saggi narrativi delinea il ritratto attuale di una nazione e dei suoi abitanti – tratteggia un’immagine sfaccettata ed eclettica, per certi versi inedita del nostro paese. Ne parleremo con Claudio Visentin, storico ed esperto di viaggi, e con Marco Agosta, curatore del progetto editoriale THE PASSENGER.

Insegna Storia del turismo presso l’Università della Svizzera Italiana. Studia e racconta i nuovi stili di viaggio sulle pagine del supplemento domenicale del Sole24Ore. È l’ideatore e il presidente della “Scuola del Viaggio”
(www.scuoladelviaggio.it). Ha pubblicato In viaggio con l’asino (2009, con Andrea Bocconi) e Alla ricerca di Don Chisciotte. Un viaggio nella Mancia (2017, con Stefano Faravelli). Ha realizzato diversi programmi di storia e documentari di viaggio per la Rete Due RSI.

Nato nel 1980, ha vissuto molti anni a Berlino lavorando nel mondo dell’arte e dell’editoria. Ha collaborato come consulente e traduttore con il settimanale Diario e con varie case editrici, tra cui Iperborea, Feltrinelli e Emons. Nel 2013 ha tradotto per Iperborea Avevo mille vite e ne ho preso una sola di Cees Nooteboom. È caporedattore di The Passenger, rivista che attraverso reportage letterari e saggi narrativi traccia il ritratto della vita contemporanea di un paese e dei suoi abitanti.