Tre momenti per scoprire la collezione del MASI, esposta con un focus dal titolo Sentimento e osservazione. Arte in Ticino 1850-1095, attraverso il disegno e la tecnica dell’acquarello

L’attività, basata sul disegno dal vivo e l'utilizzo dell'acquarello, sfocia nella realizzazione di un carnet de voyage, genere artistico indipendente che unisce lo schizzo, il disegno ad acquerello e il testo in una sintesi che rispecchia la volontà di immortalare momenti del proprio vissuto. Tre momenti indipendenti che danno l’idea della continuità del viaggio solo se vissuti insieme.

Il carnet de voyage è un processo compositivo, utilizzato dai grandi artisti del passato come Turner e Gauguin, che nasce dall’esigenza di fissare momenti estemporanei, rielaborati in opere definitive in un secondo momento. Attraverso la collezione del MASI attualmente in mostra con l'esposizione Sentimento e osservazione Arte in Ticino 1850-1950, Sighanda accompagnerà il visitatore ad osservare con occhio attento la tecnica e i soggetti delle opere sviluppato dagli artisti in esposizione. Nella fase successiva il partecipante riporterà su una pagina di carnet de voyage un particolare dell'opera a sua scelta interpretandola con la tecnica dell’acquerello.

Il costo dell'intero ciclo è di 35 CHF, a cui vanno aggiunti solo la prima volta 5 CHF di biglietto d'ingresso ridotto al museo. Questi sono da pagare in loco in occasione del primo incontro. 
A questo costo, va aggiunto quello del Carnet artigianale per acquarellare: 25 CHF, acquistabile presso il LAC Shop.

Dominique Fidanza alias Sighanda, nasce a Bruxelles. Frequenta l'Accademia di Belle Arti di Palermo, Brera e Firenze, dove si diploma in Tecniche dell'Incisione. Nei suoi frequenti spostamenti, Sighanda crea una serie di carnets de voyage, dove immagini estemporanee fissano su carta impressioni ed esperienze vissute in viaggio.