Cambio di modalità: dall’attività in presenza all’online
L'attività, inizialmente prevista in presenza, si terrà in diretta streaming su questo sito e sulla pagina Facebook del LAC

La musica favorisce il viaggio di scoperta interiore e rafforza l’esperienza di unione e connessione che si ricerca attraverso la pratica yogica

Lasciandosi ispirare dalle vibrazioni sonore provenienti dalla musica partiremo per un viaggio dentro noi stessi dove, sperimentando varie asana (posture) attraverso una sequenza fluida di movimenti collegati al respiro, ci approcceremo ad una dimensione interna del vivere.
La musica, avendo effetti immediati sul corpo e sulla mente e suscitando al contempo emozioni, ha la capacità di favorire il viaggio di scoperta interiore, rafforzando l’esperienza di unione e connessione che si ricerca attraverso la pratica yogica.
A livello profondo, grazie ad esercizi di pranayama (controllo del respiro) e trasportati dal suono del pianoforte, si agirà direttamente sul sistema nervoso parasimpatico, consentendo al corpo di rilasciare le tensioni e lo stress e alla mente di entrare in uno stato di quiete profonda. Sono inoltre previsti momenti di meditazione seduta in cui la musica cederà lo spazio al silenzio per risvegliare un senso di consapevolezza più profondo.
L’esperienza è studiata per facilitare l’esplorazione del panorama interno, con lo scopo di riconnetterci con l’intelligenza del corpo e la saggezza del cuore.
 

Il livello della lezione di Hatha Flow yoga che praticheremo è adatto a tutti.

Preghiamo ogni partecipante di preparare il proprio tappetino e di trovare un posto tranquillo in cui dedicarsi alla pratica.

Attenzione: Lo svolgimento dell’attività può essere soggetto a modifiche, qualora sia necessario ampliare le misure di protezione per il COVID 19. In caso di restrizioni che non consentano la presenza fisica, sarà proposta una partecipazione a distanza, tramite una piattaforma online. Le modalità di partecipazione definitive saranno comunicate a ridosso dell’evento agli iscritti e sul sito web.

Il suo primo incontro con lo Yoga è avvenuto nel 2010 e, da allora, questa pratica ha accompagnato ogni giorno della sua vita. Il tempo sul tappetino, ma anche quello seduta in meditazione in “esplorazione”, fanno parte della sua quotidianità.
Dopo aver partecipato ad un seminario intensivo e trasformativo con il maestro spirituale Deepak Chopra decide di frequentare il suo primo corso di formazione per insegnanti di yoga, completandolo l’anno successivo a Lugano. Da allora ha continuato ad approfondire le sue conoscenze, studiando e formandosi con maestri internazionali quali Simon Park, Mark Stephens, Nico Luce e, più recentemente, Doug Keller, con cui ha avuto modo di esplorare l’aspetto terapeutico dello yoga, orientandosi verso una pratica più profonda e sostenibile nel tempo.
Oltre al suo percorso yoga (hatha, vinyasa e yin), ha partecipato a formazioni in Thai yoga massage, ipnosi regressiva e tecniche di meditazione. Si è inoltre appassionata a filosofie spirituali, antiche e moderne, che aiutano l’essere umano a riprendere contatto con la sua vera essenza e a vivere in modo più autentico, consapevole e profondo.
Le sue lezioni sono basate sul respiro e combinano libertà di movimento con allineamento e stabilità. Le radici da cui parte, sono gli antichi insegnamenti filosofici dello Yoga, seguendo però le evoluzioni di questa pratica, che è “viva”, per rispondere meglio alle esigenze dello yogi moderno.

Nato nel 1975 a San Pietroburgo (Russia), inizia lo studio del pianoforte all’età di 6 anni. Successivamente frequenta il conservatorio, diplomandosi nel 1994 con il massimo dei voti. Nel 1999 ottiene la laurea in pianoforte e musica da camera. 
Ferenc Nemes Deak si è esibito in numerosi concerti con un repertorio molto vario, dalla musica barocca fino a quella contemporanea, maturando una lunga esperienza da concertista in Europa, Stati Uniti, Nord d’Africa e Caraibi e dedicandosi al contempo anche all’insegnamento.
Dal 2007 risiede stabilmente in Ticino insieme alla moglie, violinista, con la quale si è esibito in duo in numerosi concerti in tutta la Svizzera.
Parallelamente alla carriera pianistica ha avviato un’attività da produttore musicale e componista-arrangiatore con l’apertura di uno studio di registrazione personale e d’insegnamento, collaborando anche con IST (International School of Ticino) e la Scuola di Musica Collina d'Oro.
Particolare è l’attenzione rivolta all’insegnamento rivolto ad un pubblico di età adulta con la messa a punto di un sistema innovativo che consente un apprendimento rapido e semplice del pianoforte.