Venerdì
29 gennaio

10:15

Teatrostudio

Evento gratuito
Prenotazione obbligatoria

Le Masterclass di Brendel accompagnano il weekend dei Quartetti

 

LuganoMusica

Fiona Maddocks: «Quindi lei ha smesso di suonare?»
Alfred Brendel: «Non del tutto! Suono per le mie lezioni, e mi assicuro che le dita funzionino ancora come si deve. Ogni tanto suono l’Adagio della
Sonata op. 106 di Beethoven.»
Fiona Maddocks: «Perché proprio quel movimento?»
Alfred Brendel: «Perché non ha fine».
(Intervista di Fiona Maddocks ad Alfred Brendel per The Guardian, 2010).

Dal 2009 il leggendario pianista Alfred Brendel, per oltre sessant’anni interprete di riferimento per il repertorio del suo strumento, si è ritirato dalle scene dedicandosi all’insegnamento. L’unicità dell’approccio di Brendel nasce da uno sguardo capace di abbracciare l’intero mondo sonoro di un compositore, includendo i lavori per pianoforte, voce, formazioni cameristiche e sinfoniche. Per questo, Alfred Brendel ama lavorare con i quartetti d’archi, organico che, per gli autori prediletti dal maestro austriaco – Haydn, Mozart, Beethoven e Schubert – ha rappresentato un fertile terreno per sperimentare nuove soluzioni formali, timbriche e stilistiche.
Come fiore all’occhiello del weekend dedicato al quartetto d’archi, LuganoMusica è onorata di ospitare Alfred Brendel per una masterclass in sei eccezionali lezioni, con protagonisti altrettanti giovani quartetti europei.