Christine Streuli, un intervento pop al LAC

30.7.2020


L'intervento artistico, Luftlinie, realizzato da Christine Streuli, giovane artista svizzera nota internazionalmente, dà nuova forma al foyer del MASI al LAC.

Monumentali impronte di pennello a parete, che rimandano a simboli e immagini riconducibili alla cultura pop, catturano immediatamente l’attenzione di chi entra oggi al LAC. Si tratta del più recente lavoro di Christine Streuli, artista bernese (1975) già protagonista del Padiglione svizzero alla 52.esima Biennale di Venezia, appositamente realizzato all'ingresso del centro culturale, nella zona del foyer del Museo d’arte della Svizzera italiana.
L'artista è intervenuta sulle pareti e sulla vetrata del foyer del museo, andando a modificare l’ambiente circostante attraverso un complesso gioco di effetti visivi. Protagonista è il colore, dalle tonalità accese e sgargianti, che si propaga in enormi e vorticose pennellate sulle superfici ridipinte, incroci cromatici simili a esplosioni energetiche.
L'opera si inserisce in una riflessione sugli spazi pubblici e sull'accoglienza del centro culturale, come pure sulla condivisione dell’arte.