Calendario e informazioni >
X Chiudi

Sala 4

Entrata gratuita, iscrizione consigliata. 

Jacopo Quadri: fra cinema e teatro

Giornata di studio dedicata al pluripremiato cineasta di ricerca e montatore Jacopo Quadri

CinergiaIncontro

A Jacopo Quadri, cineasta di ricerca e montatore che per il suo lavoro ha ricevuto numerosi premi, tra cui un Davide di Donatello e sei premi Ciak d’oro, Cinergia dedica una giornata di studio.

Programma

Giovedì 15 marzo

ore 15:00

Il paese dove gli alberi volano - co-regia con Davide Barletti (2015, 90’)

Nella silenziosa provincia danese si preparano i festeggiamenti per i cinquant’anni dell’Odin Teatret, la compagnia teatrale di ricerca che, sotto la guida di Eugenio Barba, ha cambiato le coordinate dello spettacolo del secondo Novecento alimentando il proprio alfabeto attraverso le culture sceniche del mondo. Ed è dalle più diverse latitudini del pianeta – Kenia, Bali, Brasile, India, e anche Europa – che arrivano nella città di Holstebro squadre di bambini, ragazzi e artisti chiamati a dare energia con acrobazie, musiche e voci a un evento corale, sotto lo sguardo impetuoso del regista dai piedi scalzi e dai capelli bianchi. L’Odin Teatret non è solo una compagnia, è una comunità allargata e atemporale, è flusso visionario e quotidianità irriducibile, è un intrico di umanità selvatiche di cui questo film scruta con tenerezza la costanza, le intuizioni, i paradossi e gli orizzonti. Attori che sono anche muratori-sarti-organizzatori, un sindaco postino-intellettuale, una fattoria prestata al teatro e un regista saldatore-boscaiolo hanno dato vita nel corso di mezzo secolo a un sodalizio tra visione politica e valore universale dell’arte.
La preparazione di questa festa – che innesta ritmi tribali e classicità occidentali nella divertente ricerca di una lingua comune – invoca la possibilità del teatro di miscelare cielo e terra, tra falò rigenerativi e alberi che volano.

ore 21:00

La scuola d’estate (2014, 86’)
Il racconto della scuola "Centro Teatrale Santacristina", aperta nel 2002 in Umbria da Luca Ronconi, maestro della scena contemporanea scomparso poco tempo prima dell’uscita del film. Uno spazio in cui accogliere giovani attori e attrici e attivare il più libero dei cortocircuiti teatrali, svincolato da ogni condizionamento e scadenza produttiva.

LAC Lugano Arte e Cultura
Partner principalePartner principale
email facebook twitter google+ linkedin pinterest