Calendario e informazioni >
X Chiudi

Sala Teatro

Tariffa B

ore 19.00 
Incontro pre-concerto 
Teatrostudio 
prenotazione obbligatoria

Orchestra della Svizzera italiana

Markus Poschner direttore / Maria Bengtsson soprano

LuganoMusicaOrchestre

Wolfgang Amadeus Mozart
Bella mia fiamma... Resta o cara,
recitativo e aria per soprano e orchestra, KV 528
Ah lo previdi! Ah, t’invola agl’occhi miei,
recitativo, aria e cavatina in do minore per soprano e orchestra, KV 272

Gustav Mahler
Sinfonia n. 4 in sol maggiore, per orchestra con soprano solo


Il direttore musicale dell’OSI Markus Poschner, dopo il successo e l’interesse raccolto con l’integrale sinfonico di Brahms, ha scelto per il primo concerto dell’Orchestra della Svizzera Italiana nella presente edizione di LuganoMusica, una delle sinfonie più amate di Gustav Mahler, la quarta in sol maggiore. Scritta a cavallo fra il 1899 e il 1900 durante le villeggiature estive in Stiria e in Carinzia, la quarta sinfonia torna, rispetto alla titanica trilogia che la precede, all’architettura in quattro movimenti e a un organico più raccolto. Particolarmente seducente il movimento finale che intona un lied (la Vita paradisiaca) affidato alla voce angelica del soprano. Sarà la svedese Maria Bengtsson, già apprezzata internazionalmente nei ruoli maggiori delle opere di Mozart, a cantare l’inno alla serenità e alla pace ritrovata.

Orchestra della Svizzera italiana – OSI
Nel panorama internazionale l’OSI ha saputo qualificarsi come orchestra di punta a livello europeo. Fin dagli anni ’30 l’Orchestra – che nel 1991 prende il nome attuale – ha contribuito in maniera determinante allo sviluppo musicale del territorio. Ansermet, Stravinskij, Stokowski, Celibidache e Scherchen sono tra le grandi personalità musicali che l’hanno diretta, come innumerevoli sono i compositori con cui l'OSI ha collaborato, quali Mascagni, Richard Strauss, Honegger, Milhaud, Martin, Hindemith e, in tempi più vicini, Berio, Henze e Penderecki.

Con il suo direttore principale Markus Poschner ha infiammato il pubblico e la critica più autorevole con interpretazioni e registrazioni definite innovative per l’originalità, l’audacia dei tempi e la ricchezza di dettagli e sfumature.

L’Orchestra della Svizzera italiana è una delle 14 formazioni a livello professionale attive in Svizzera. Si compone di 41 musicisti stabili e divide la sua attività tra stagioni concertistiche regionali (Concerti RSI, LuganoMusica, Settimane Musicali di Ascona), iniziative per la popolazione (Concerti per le scuole, per famiglie, Festivals estivi), collaborazioni con il Conservatorio della Svizzera italiana e concerti in trasferta nel resto della Svizzera e all’estero (tournée e coproduzioni internazionali). Collabora con i grandi nomi del panorama direttoriale e con i più celebri solisti; si esibisce nelle più importanti sale concertistiche. Per oltre 15 anni inoltre, nell’ambito del Progetto Martha Argerich a Lugano, ha avuto il privilegio di collaborare intensamente con la pianista argentina.

Dal 2015 è l’Orchestra residente del LAC, Lugano Arte e Cultura.

Markus Poschner
Direttore principale dell’Orchestra della Svizzera italiana dal 2015
Direttore musicale della Brucknerorchester e del Landestheater Linz dal 2017/18
Primo direttore ospite della Deutsches Kammerorchester Berlin

Il direttore tedesco nasce a Monaco. Insignito del Deutscher Dirigentenpreis nel 2004, è ospite regolare delle più rinomate orchestre nazionali e internazionali. Viene attualmente stimato soprattutto per le sue emozionanti interpretazioni e registrazioni delle opere di Beethoven, Brahms e Mahler, che suscitano scalpore. Dopo gli studi diventa assistente di Sir Roger Norrington e di Sir Colin Davis e assume il ruolo di primo Kapellmeister alla Komische Oper Berlin. La Neue Zürcher Zeitung lo definisce un “grande giovane talento”. Nel 2007 viene nominato Generalmusikdirektor della Freien Hansestadt Bremen, dove – oltre ad essere un brillante pianista jazz – si guadagna la reputazione di programmatore oltre i confini stilistici. Per la sua peculiare capacità di mediare la musica classica, continua ad oggi a riscuotere grande popolarità nel pubblico. Oltre a ciò sviluppa percorsi e forme di teatro musicale contemporaneo completamente nuovi. 

LAC Lugano Arte e Cultura
Partner principalePartner principale
email facebook twitter google+ linkedin pinterest