domenica 30 gennaio

Teatrostudio

  • Test covid disponibile al LAC
  • Mascherina obbligatoria
    (> 12 anni)
  • Tracciabilità garantita

Quartetto Carmina
Matthias Enderle, violino
Agata Lazarczyk, violino
Wendy Champney, viola 
Chiara Enderle Samatanga, violoncello

Franz Josef Haydn
Quartetto per archi in do maggiore op. 20 n. 2, Hob:III:32

Felix Mendelssohn
Quartetto per archi n. 2 in la minore, op. 13

Franz Schubert
Quartetto per archi n. 15 in sol maggiore, D 887


(senza intervallo)

Fondato nel 1984 e impostosi da subito all’attenzione internazionale con la vittoria di premi internazionali come il “Paolo Borciani” (1987), il Quartetto Carmina si annovera tra le eccellenze svizzere e conta tra i suoi mentori musicisti del calibro di Sandor Végh e Nikolaus Harnoncourt.
In quasi quarant’anni di attività le oltre trenta incisioni hanno ricevuto i principali riconoscimenti discografici, come Gramophone, Diapason d’Or, Choc du Monde de la Musique, e la nomina per un Grammy Award. Il Quartetto Carmina unisce l’esperienza dei suoi due membri fondatori, il primo violino Matthias Enderle e la viola Wendy Champney all’entusiasmo di Agata Lazarczyk e Chiara Enderle Samatanga, entrambe nate nel 1992. La violoncellista Chiara Enderle Samatanga è la figlia di Matthias Enderle e Wendy Champney, e conosce il quartetto Carmina sin da quando accompagnava i genitori in tournée.