sabato 15 maggio

Sala 4
Evento Gratuito

domenica 16 maggio

Sala 4
Evento gratuito

Per la prima volta dalla sua apertura, il LAC ospita una doppia giornata dedicata alla computer music e alle relazioni convergenti tra musica elettronica, coding e digital art: la prima edizione dell’MMC (Meet Music Code). Ideato dal compositore Alberto Barberis e dal programmatore Andrea Minetti (wavein.ch), e organizzato da Oggimusica, l’evento vedrà alternarsi negli spazi del teatro concerti, installazioni, performance, seminari, workshop e talk rendendo di fatto la due giorni un momento di incontro tra artisti digitali, ricercatori, programmatori e appassionati di musica-informatica. Uno scorcio – sia artistico sia tecnico – sulle possibilità offerte ad artisti e creativi dagli strumenti digital, dalla programmazione informatica, e dalle loro infinite sinergie. 

Sabato 15 maggio
Workshop alle ore 10.00 - 13.00 e 14.30 - 17.00 (i workshop sono gratuiti, prenotazione obbligatoria)
Concerti alle ore 18.00, 20.00 e 21.00 (Tariffa G)

Domenica 16 maggio
Workshop alle ore 10.30 - 13.00, 14.30 - 17.00, 18.00 - 19.30 (i workshop sono gratuiti, prenotazione obbligatoria)
 

Sabato 15.05.2021

Workshop ore 10.00-13.00 

Bytebeat workshop
Andrea Reali

Nel 2016, il programmatore-artista finlandese Ville-Matias Heikkila, ha inventato un metodo per generare suoni da una singola linea di codice scritta in C, dando vita a un nuovo genere musicale, il ​bytebeat​. Durante il workshop utilizzeremo una scheda Arduino, piccola piattaforma di prototipazione hardware, per implementare un ambiente di programmazione e un circuito elettronico che ci permetterà di scoprire le possibilità di questo approccio minimalista alla pratica compositiva. Per partecipare al workshop non occorre avere competenze particolari di elettronica o di composizione musicale, ma solo curiosità e voglia di sperimentare.
 

Sabato 15.05.2021

Workshop ore 14.30-17.30 

Algorithmic composition and data sonification on the Web
Conservatorio della Svizzera Italiana e Software Institute - USI, Lugano

Durante l’epidemia del COVID-19 il Software Institute e il Conservatorio della Svizzera Italiana hanno sviluppato SonicVirus (http://sonicvirus.si.usi.ch), una piattaforma che realizza una sonificazione dei dati dell’evoluzione della pandemia. Sonificare significa usare i suoni e la musica per trasmettere informazioni e interpretare l’andamento di dati. Nel workshop verranno presentati gli aspetti necessari per creare una sonificazione sul Web: selezione, modellizzazione e analisi dei dati, sintesi audio e composizione algoritmica. Il workshop è rivolto ad artisti multimediali e a programmatori. Per partecipare è richiesta la conoscenza di JavaScript ed è necessario essere muniti del proprio laptop. 
_____________________________________________________________________________________

Domenica 16.05.2021

Workshop ore 10.30-13.00 

Audio Video Interaction with max/MSP Jitter
Riccardo Giovinetto

Attraverso le tecniche di interazione audio video la materia sonora si apre a dimensioni visive e plastiche intrecciandosi alla dimensione spaziale e dando vita ad opere immersive e multidimensionali. Durante il seminario verrà fornita un’esaustiva panoramica degli strumenti tecnico-creativi e dei processi metodologici necessari alla realizzazione di un’opera di interazione audio-video in tempo reale. Verranno analizzate le varie fasi di lavorazione che questa tipologia di opere richiede sia in termini creativi che tecnici. Dopo una introduzione sull’interazione audio-video, verranno affrontati sia l’approccio metodologico (concept, storyboard, set-up) che gli strumenti di lavoro (software quali Max/MSP/Jitter 8 e Ableton Live 10). 


Domenica 16.05.2021

Workshop ore 14.30-17.30

Designing C++ Object for Max/MSP
Andrea Minetti e Alberto Barberis

Il workshop è rivolto ai musicisti e agli artisti multimediali che utilizzano il linguaggio di visual programming Max/MSP (https://cycling74.com/) o ai programmatori appassionati di audio. L’obiettivo del workshop è quello di fornire ai partecipanti un’introduzione al Max/MSP-SDK per lo sviluppo a basso livello di oggetti max/MSP in C/C++. Lo sviluppo ad hoc di tali oggetti offre molte possibilità agli utenti di Max/MSP: migliorare le performance, implementare algoritmi in sample-rate, creare i propri strumenti elettronici o librerie di oggetti, integrare codice di terze parti, sfruttare le librerie di C/C++. Per partecipare al workshop è richiesta la conoscenza, anche basilare, di un qualsiasi linguaggio di programmazione e del funzionamento di un linguaggio di visual programming. È necessario portarsi il proprio PC con installati: Max/MSP, XCode (mac) o Visual Studio 2019 (win).


Domenica 16.05.2021

Workshop ore 18.00-19.30

Panel -  The future we were looking for (?)
Alberto Ricca / Bienoise, moderatore

La musica di ogni epoca è stata definita dalle tecnologie disponibili a compositori e musicisti, ma le possibilità odierne sembrano esigere competenze inedite dagli artisti, tra analisi di enormi flussi di dati, macchine che sembrano pensare autonomamente e nuove possibilità di controllo. La creatività rischia di venirne schiacciata, o sono il futuro che chiedevamo? Un software ben scritto può sostituire uno spartito? È possibile immaginare modi per “suonare un computer” che vadano oltre le metafore della liuteria classica? Ne parliamo coi protagonisti della prima edizione del MMC (Meet Music Code).