domenica 12 dicembre

Sala 4

Cristiana Palandri composizione, visuals, live electronics
Elena Gigliucci e Lorenza Sganzetta - performer

“Nebulae” é un’installazione audio-visiva in cui le gestualità di due performer innescano un’astrazione che rappresenta una nebulosa. “Nebulae” aspira ad essere un varco spaziale e una metafora della sua origine: un lavoro sulla sinestesia in cui tre linguaggi, quello gestuale, quello visivo e quello sonoro, concorrono alla formazione di un sistema semantico paritario. I danzatori, figure archetipiche, si contendono uno scettro, una scultura che può innescare il funzionamento dell’installazione. Sia l’audio, che il video sono auto-generativi ed i performer, danzando con la scultura, ne diventano gli esecutori. 

Cristiana Palandri è artista visiva e compositrice. Dopo gli studi in Pittura e Grafica d'arte, rispettivamente all’Accademia di Belle Arti di Bologna e presso la University of The West of England di Bristol, trascorre periodi di ricerca e studio in Germania, Romania e Stati Uniti. Consegue la laurea in Composizione di musica elettronica al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e realizza composizioni sonore e musicali per pubblicità, film, installazioni. Attualmente è iscritta al Master in Composition and Theory del Conservatorio della Svizzera Italiana. Dal 2007 partecipa a numerose mostre personali e collettive. Tra le principali: Reverse, alla Fondazione Merz, Torino; Slipping time alla Sabot Galley Project Space di Cluj NapocaRomania; Noiseless alla Scaramouche Gallery di New York; Time and materials, alla Horton Gallery di Berlino; Springs in white, Bangkok Art and Cultural Center di Bangkok, Tailandia; Arimortis, al Museo del 900 di Milano; Osservazione della natura in stato di quiete, al Museo Marino Marini di Firenze e A fragmented deity, Museo Novecento di Firenze.

Una coproduzione OGGIMUSICA e LuganoMusica.
In collaborazione con il Conservatorio della Svizzera Italiana.
Con il sostegno di Fondo Swisslos, Città di Lugano e Pro Helvetia.