Lingua Madre.
Metastasis.

Un progetto inedito che Gabriele Marangoni ha pensato per Lingua Madre, un’immersione nel grido disperato del pianeta Terra. La particolarissima voce di Francesca Della Monica e del live electronics di Damiano Meacci, danno vita alla sofferenza di un pianeta morente, avvelenato ed assassinato dai propri figli, cercando di smuovere le coscienze verso un urlo ancora possibile di rivoluzione. Una creazione sonora e visuale, che si sviluppa in tre opere video e tre creazioni sonore, con la collaborazione della curatrice Giulia Soravia, dove la voce recitante di Nello Provenzano, su testi originali dell’autore stesso, si intreccia a suoni, e video dove l’ambiente naturale diviene soggetto unico, sia nella sua silenziosa grandezza che nelle cicatrici che l’uomo gli ha inferto. 
Il corpus video, costituito da una trilogia, si sviluppa anche in un percorso di conversazioni con attivisti ambientali della nuova generazione e testimonianze che vanno dalla distruzione del pianeta durante il conflitto dei Balcani, alla discarica più grande al mondo del Brasile fino alla ricerca del silenzio e alla necessità di abbandono di un consumismo di massa. Guarda. Ascolta.