Lingua Madre.
Il corpo-utopia di Annie Hanauer,
voce del verbo creare.

Data d'uscita
da definire

Ispirandosi alla storica comunità di artisti del Monte Verità e mettendosi in relazione con l’attuale emergenza pandemica globale, la coreografa Annie Hanauer intende riflettere sulle idee storiche e contemporanee di utopia, e di farlo prima di tutto come donna e come artista con disabilità. La seguiamo attraverso l'occhio di una telecamera nella sua prima residenza/workshop al LAC nel corso del quale selezionerà i danzatori e le danzatrici che la accompagneranno nel processo creativo della nuova produzione LAC/Teatro Danzabile, A space for all our tomorrow realizzato in collaborazione con Orme, Festival di arti inclusive della Svizzera Italiana/IntegrART.