• Mascherina obbligatoria
    (> 12 anni)
  • Tracciabilità garantita

Creata originariamente nel 2015 per la Compañía Nacional de Danza de España, Carmen del coreografo svedese Johan Inger ha ricevuto il prestigioso Prix Benois de la Danse 2016.

Alla fine del XIX secolo, con la figura di Carmen, appare sulla scena un tipo di donna e, allo stesso tempo, di relazione romantica. Mentre fino ad allora, soprattutto nell’opéra-comique, le donne erano considerate un giocattolo nelle mani degli uomini e del destino, Carmen si presenta come una figura femminile quasi scandalosa, che ama intensamente e vive secondo regole proprie. Qui il coreografo Johan Inger ci propone una nuova versione del mito della donna in rivolta contro l’ordine stabilito.
Per raccogliere la sfida di affrontare un mito così profondamente radicato nella cultura spagnola, Inger sceglie di svelare la sua eroina attraverso gli occhi innocenti di un bambino. Carmen resta una donna libera, coraggiosa e contemporanea, mentre l’azione è attualizzata: Siviglia è un luogo qualunque, la fabbrica è una fabbrica qualsiasi, e le montagne di Ronda sembrano periferie urbane degradate.
Inger coreografa la sua versione della Carmen sulla musica del compositore russo Rodion Ščedrin, che arrangiò la musica di Bizet creando l’opera per sua moglie, celebre ballerina del Teatro Bol’šoj.

Leggi di più

Trailer

“C’è un certo mistero in questo personaggio, potrebbe essere un bambino qualsiasi, potrebbe essere Don José da bambino, la giovane Michaela o il figlio non ancora nato di Carmen e José. Potrebbe anche riguardare noi stessi, un’esperienza di violenza che, seppur breve, ha inciso negativamente e per sempre sulla nostra vita e sulla capacità di relazionarci con gli altri.”
– Johan Inger

coreografia 
Johan Inger

interpreti 
Kayoko Everhart, Carmen
Isaac Montllor, Don José
YaeGee Park, Ragazzo 
Alessandro Riga, Escamillo
Benjamin Poirier, Zuñiga
Juan José Carazo
Mario Galindo
Erez Ilan
Shlomi Shlomo Miara
Marcos Montes
José Alberto Becerra
Mar Aguiló
Elisabet Biosca
Sara Fernández
Clara Maroto
Natalia Muñoz
Shani Peretz
Laura Pérez Hierro
Irene Ureña

musica 
Georges Bizet
Rodion Ščedrin

musica originale aggiuntiva
Marc Álvarez

editore originale dell'opera musicale Carmen Suite, Bizet-Shchedrin
Musikverlag Hans Sikorski, Amburgo

drammaturgia
Gregor Acuña-Pohl

scene 
Curt Allen Wilmer (AAPEE)

costumi 
David Delfín

disegno luci 
Tom Visser

assistente coreografico 
Urtzi Aranburu

assistente scenografo 
Isabel Ferrández Barrios

 

Carmen
Kayoko Everhart

Don José
Isaac Montllor

Ragazzo
YaeGee Park

Escamillo
Alessandro Riga

Zuñiga
Benjamin Poirier

Atto I

Cani
Juan José Carazo, Mario Galindo, Erez Ilan, Shlomi Shlomo Miara

Due ombre
Erez Ilan, Shlomi Shlomo Miara

Soldati
José Alberto Becerra, Marcos Montes

Donne
Mar Aguiló, Elisabet Biosca, Sara Fernández, Natalia Muñoz, Shani Peretz, Laura Pérez Hierro, Irene Ureña

Atto II

Ombre
Mar Aguiló, José Alberto Becerra, Elisabet Biosca, Juan José Carazo, Sara Fernández, Mario Galindo, Erez Ilan, Clara Maroto, Shlomi Shlomo Miara, Marcos Montes, Natalia Muñoz, Shani Peretz, Laura Pérez Hierro, Benjamin Poirier, Irene Ureña

Cast soggetto a cambiamenti

La Compañía Nacional de Danza viene fondata nel 1979 con il nome di Ballet Clásico Nacional, sotto la direzione di Víctor Ullate. Nel 1983 María de Ávila assume la direzione sia del Ballet Nacional Español che del Ballet Clásico Español, iniziando una collaborazione con importanti coreografi come George Balanchine e Antony Tudor. De Ávila commissiona delle coreografie a Ray Barra, all'epoca residente in Spagna, offrendogli poi il posto di direttore, che manterrà fino al 1990. Nel 1987 la celebre ballerina russa Maya Plisétskaya viene nominata direttrice artistica del balletto. Tre anni dopo, il ballerino e coreografo Nacho Duato diventa direttore artistico dell’ormai Compañía Nacional de Danza, incarico che ricoprirà per venti anni. L’obiettivo di Duato è di trasformare la CND in un balletto con una propria personalità che, senza negare i principi del balletto classico, adotti uno stile più contemporaneo; decide così di ampliare il repertorio con nuove coreografie, create appositamente per la compagnia, e con le sue coreografie, che si sono guadagnate il consenso della critica internazionale nonché numerosi riconoscimenti.
Nel 2010 Hervé Palito succede a Duato come direttore artistico per un anno. Nel 2011 José Carlos Martínez, già étoile dell’Opéra di Parigi, entra come nuovo direttore della compagnia, alla cui guida rimarrà per otto anni. Nel 2019 Joaquín De Luz, già primo ballerino del New York City Ballet per quasi quindici anni, viene nominato nuovo direttore artistico dell’ensemble.  

direttore artistico
Joaquín De Luz

direttore esecutivo
Marisol Pérez

assistente direttore artistico
Pino Alosa

manager Andrés
Bravo Santos

direttore tecnico
Matxalen Díez

direttore della comunicazione
Maite Villanueva

direttore di produzione
Antonio Cervera

 

primi ballerini
Kayoko Everhart, Alessandro Riga

ballerini principali
Cristina Casa, Isaac Montllor, Anthony Pina

ballerini solisti
Elisabet Biosca, Ana María Calderón, Natalia Muñoz, Haruhi Otani, YaeGee Park, Ana Pérez-Nievas, Shani Peretz, Giada Rossi, Ion Agirretxe, Yanier Gómez, Erez Ilan, Toby William Mallitt, Aleix Mañé, Daan Vervoort

corpo di ballo
Mar Aguiló, Natalia Butragueño, Celia Dávila, Sara Fernández, Martina Giuffrida, Tamara Juárez, Sara Khatiboun, Sara Lorés Ara, Clara Maroto, María Muñoz, Ayuka Nitta, Daniella Oropesa, Laura Pérez Hierro, Pauline Perraut, Ana Ramos, Irene Ureña, Alessandro Audisio, Niccolò Balossini, José Alberto Becerra, Juan José Carazo, Felipe Domingos, Mario Galindo, Álvaro Madrigal, Shlomi Shlomo Miara, Marcos Montes, Milos Patiño, Benjamin Poirier, Iker Rodríguez, Iván Sánchez, Roberto Sánchez, Rodrigo Sanz 

coordinatori artistici
Isaac Montllor, Rodrigo Sanz

assistenti coreografici
Parren Ballard, Trinidad Vives

maestri di balletto
Cati Arteaga, Yoko Taira, Daan Vervoort

pianisti
Carlos Faxas, Viktoriia Glushchenko, Juan Antonio Mata

fisioterapisti
Sara A. Harris, Miguel Lacalle, Guadalupe Mª Martín

 

sponsorship e patrocinio
Aída Pérez

staff
Rosa González

manager assistant
Brenda Karen Lazo

amministrazione
Manuel Díaz

assistenti alla comunicazione
José Antonio Beguiristain, Raquel González

assistente direttore di produzione
Concha Salinas

assistenti di produzione
Javier Serrano, Silvia Leiva 

 

assistente alla direzione tecnica
Ignacio Bestuer

stage managers
José Álvaro Cotillo, Rebecca Hall

macchinisti
Francisco Padilla, Goizeder Itoiz

elettricisti
Juan Carlos Gallardo, Carlos Carpintero

audiovisivi
Pedro Álvaro, Jesús Ramón Santos, Miguel Ángel Sánchez, Daniel Suárez, Rubén Vega

archivio guardaroba
Eva Pérez

sarte
Ana Guerrero, Mar Aguado, Mar Rodríguez, Ana Cortázar, Mª Aranzazu San José

proprietà
José Luis Mora, Palomia Bravo

magazzino
Reyes Sánchez

concierge
Miguel Ángel Cruz, Teresa Morató