Calendario e informazioni >
X Chiudi

23 novembre

Sala refettorio

Entrata libera

Giornata di studi dannunziana

In collaborazione con Istituto di studi italiani (USI)

LuganoInScenaIncontro

In occasione dell'ottantesimo anniversario della morte di Gabriele D'Annunzio, l'Istituto di studi italiani dell’USI, in collaborazione con LuganoInScena, organizza una giornata di studio dedicata al grande autore italiano e, in particolare, al suo decennio francese.

Il decennio francese di Gabriele D’Annunzio, fra 1904 e ’15, fu ricchissimo di emozioni, di amicizie, di contatti con gli artisti e letterati di scala europea: Marinetti, Mascagni, soprattutto Debussy. Insieme con lui, nel 1911, compose Le martyre de Saint Sébastien, un mistero medievaleggiante dedicato a Maurice Barrès, al quale collaborarono lo scenografo Léon Bakst e la grande danzatrice Ida Rubinštejn, entrambi legati ai Ballets russes di Djaghilev. In quel giro d’anni, nel 1913, nasce però anche La Pisanelle, l’unica commedia di D’Annunzio; anch’essa in francese, con l’accompagnamento musicale di Ildebrando Pizzetti.
Il teatro, la musica, la forza del mito sottoposto a metamorfosi di idee e di scrittura, il recupero-reinvenzione pseudo-erudita di un francese “antichizzato” con eleganza: il D’Annunzio di quegli anni ha ancora molti segreti da svelare e da interpretare nel contesto del grande simbolismo europeo, in cui lo ripensò in chiave innovativa un maestro della storia letteraria quale Ezio Raimondi.

La giornata di studio che l’Istituto di Studi Italiani ha organizzato in sinergia con LuganoInScena il prossimo venerdì 23 novembre intende ripensare, in questa luce, soprattutto l’attività performativa dell’opera dannunziana, irrobustita dalla meditazione sulla forza del mito antico anche nelle sue trasformazioni medioevali e moderne, ma specialmente attenta al palcoscenico e al rapporto con la musica.
Sarà l’occasione per commemorare, in un solo gesto critico, l’ottantesimo anniversario della morte di D’Annunzio (1 marzo 1938), e insieme il centesimo anno dalla scomparsa di Claude Debussy (25 marzo 1918), verificando la “tenuta” di una proposta estetica e poetica che sempre più spesso, ormai, viene messa in ombra dalla critica e dal pubblico.

Programma

Mattina:

9.30 - 10.00 Annamaria Andreoli La Pisanelle

10.00 - 11.00 Pietro Gibellini, D'Annunzio e il mito

11.00 - 12.00 Corrado Bologna IlMartyre e l'antico francese 

12.00 - 12.30 Stefano Prandi, Il D'Annunzio di Ezio Raimondi

Pausa pranzo

Pomeriggio:

15.30 - 17.00 Federico Tiezzi dialoga con Stefano Tomassini

LAC Lugano Arte e Cultura
Partner principalePartner principale
email facebook twitter google+ linkedin pinterest
Prismatica. Gioare con la luce
Prismatica. Gioare con la luce