Rui Pedro França Ferreira e "La Hall in musica"

29.1.2018

Clarinettista talentuoso e promettente, Rui Pedro França Ferreira è uno dei tanti studenti del Conservatorio della Svizzera italiana ad essersi esibito nell’ambito del ciclo “Hall in musica”. Al suo secondo Master of Arts in Specialized Music Performance, arriva al CSI nel 2015 con alle spalle un bachelor all’Academia Nacional Superior de Orquestra de Lisboa. Una giovane carriera tra il Portogallo e la Svizzera.

Come afferma Gabriele Gardini, Responsabile Ufficio Manifestazioni del CSI, l’apertura del LAC e in particolare l’offerta di concerti cameristici gratuiti nella Hall, rivolti anche ai fruitori delle mostre, sono un’importantissima vetrina nonché un’occasione unica per i suoi studenti di esibirsi davanti ad un pubblico sempre numeroso e molto attento.

“Essere scelto per suonare nella Hall in musica è stato un grande prestigio”. Rui ci racconta che suonare in un ambito non scolastico, fuori dal Conservatorio e accanto alla Sala principale dove si esibiscono i più grandi musicisti e le migliori orchestre del momento, in parte “con lo stesso pubblico”, è una grande emozione. L’estrema vicinanza con il pubblico, sempre numeroso e formato anche da giovanissimi, li obbliga a concentrarsi diversamente, “un’esperienza straordinaria”.

I prossimi appuntamenti:

Do 04.02.18, ore 11:00 

Matteo Del Monte, flautista allievo di Felix Renggli e studente del Master of Arts in Specialized Music Performance al CSI proporrà un programma incentrato sul repertorio flautistico degli anni ’30 e ‘40: assoluti capolavori sono infatti sia la Sonata di Prokofiev che quella di Hindemith, le cui sonorità risentono l’avvicinarsi e lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Di carattere diverso, ma non altrettanto intenso, invece i due Morceaux de Concours, tanto la “Ballade n°1”, composta per la prima edizione (1939) del Concours international de Genève dal compositore ginevrino Frank Martin, che “Chant de Linos”, scritta da André Jolivet per il diploma in forma di concorso al Conservatoire National Supérieur de Musique de Paris, vinta in quell’occasione dal celeberrimo Jean-Pierre Rampal.

Do 18.02.18, ore 11:00 

L’Ensemble di fiati del CSI, diretto da Gabor Meszaros, ci accompagnerà in un viaggio musicale alla scoperta della Serenata n. 10 in Si bemolle maggiore K 361 (K6 370a) di Wolfgang Amadeus Mozart, più conosciuta come “Gran Partita”. Pensata per un ensemble di dodici strumenti a fiato ed un contrabbasso è forse la più articolata e complessa delle opere composte da Mozart nell'ambito delle composizioni per strumenti a fiato.

LAC Lugano Arte e Cultura
Partner principalePartner principale
email facebook twitter google+ linkedin pinterest
Prismatica. Gioare con la luce
Prismatica. Gioare con la luce