Calendario e informazioni >
X Chiudi

Venerdì
25 settembre
20:30


25–27.09

Sala Teatro

Ludwig van Beethoven
Sinfonia n. 9 in re minore op. 125 (1824)

Durata: 70'

- Allegro ma non troppo, un poco maestoso
- Molto vivace
- Adagio molto e cantabile
- Finale. Presto

Orchestra della Svizzera italiana
Coro della Radiotelevisione svizzera

Direttore:

Vladimir Ashkenazy

Solisti:

Christiane Oelze, soprano

Anna Bonitatibus, mezzosoprano

Christoph Strehl, tenore

Olafur Sigurdarson, baritono

 

Produzione

La nona sinfonia di Beethoven

con la direzione di Vladimir Ashkenazy

InaugurazioneConcerto

Tickets

L’Orchestra della Svizzera italiana e il Coro della Radiotelevisione Svizzera aprono la stagione concertistica della nuova sala del LAC con la Sinfonia n. 9 in re minore op. 125 (1824) di Ludwig van Beethoven, il più rappresentativo e celebrativo capolavoro musicale del grande repertorio classico.

Sul palco è atteso a dirigere un artista di fama mondiale tra i più rinomati e acclamati, Vladimir Ashkenazy, dal 2013 direttore ospite principale dell’OSI. Per il Finale della Sinfonia - su testo dell’ode “An die Freude”- “Alla gioia" di Friedrich Schiller - sono inoltre chiamati quattro solisti di fama internazionale, attivi nei maggiori teatri: il soprano tedesco Christiane Oelze, il mezzosoprano italiano Anna Bonitatibus, il tenore tedesco Christoph Strehl e il baritono islandese Olafur Sigurdarson.

La serata del 25 settembre, una collaborazione tra RSI-Radiotelevisione svizzera e Città di Lugano, si inaugura alle 20.30 e sarà diffusa alle 21.00 in diretta televisiva (LA 2), in diretta radiofonica (Rete Due) e in streaming da RSI-Radiotelevisione svizzera.

Giovedì 24.09.2015, ore 20:30 – Prova generale aperta al pubblico
I posti non riservati dalle scuole vengono messi in vedita al costo di Chf 30.- (Tariffa unica) a partire da sabato 29 agosto alle ore 12'30 presso la biglietteria del LAC, online su questo sito, e in tutti i punti vendita Ticketcorner.




Tariffe

Biglietti esauriti

1a Categoria      chf 100.00
2a Categoria      chf 80.00
3a Categoria      chf 60.00




BIOGRAFIE

ORCHESTRA DELLA SVIZZERA ITALIANA 

Attiva dal 1935 come Orchestra della Radio della Svizzera italiana, ha collaborato con i più importanti direttori e compositori del tempo. Nel 1991 assume l’attuale nome e si mette in luce a livello internazionale con concerti a Vienna, Amsterdam, San Pietroburgo, Parigi, Milano, Roma, Salisburgo e con tournée in Brasile e Corea del Sud. È una delle 13 orchestre professionali attive in Svizzera. È finanziata principalmente dal Cantone Ticino, dalla RSI, dalla Città di Lugano e dagli Amici dell’OSI.
Partner Internazionale è Helsinn. Direttore onorario: Alain Lombard. Direttore ospite principale: Vladimir Ashkenazy. Direttore principale da settembre 2015: Markus Poschner. Numerose le registrazioni in studio finalizzate all’emissione radiofonica e le produzioni discografiche con importanti etichette quali Chandos, Hyperion, EMI e Deutsche Grammophon.


CORO DELLA RADIOTELEVISIONE SVIZZERA 

Fondato nel 1936 da Edwin Loehrer, dal 1993 è affidato a Diego Fasolis con cui sviluppa una ricca attività concertistica in Svizzera e in Europa e una pluripremiata produzione discografica. Il Coro RSI è oggi riconosciuto come uno dei migliori complessi vocali esistenti. Claudio Abbado, René Clemencic, Ton Koopman, Gustav Leonhardt, sono alcuni tra i direttori che hanno lodato le qualità musicali del complesso. Invitato da Cecilia Bartoli, dopo il debutto nel 2013 il Coro presenzia anche nel 2015 al Festival di Pentecoste e al Festival estivo di Salisburgo, con la Norma di Bellini, Iphigénie en Tauride di Gluck e Semele di Händel e in un programma monografico dedicato a Palestrina.


VLADIMIR ASHKENAZY 

Si è imposto sulla scena musicale mondiale con il Concorso Chopin di Varsavia del 1955: è oggi uno dei pianisti e direttori d’orchestra più rinomati e riveriti. Direttore principale dell’Orchestra Filarmonica Ceca dal 1998 al 2003, è direttore musicale dell’Orchestra Sinfonica NHK di Tokyo dal 2004. È stato nominato Conductor Laureate dalla Philharmonia Orchestra (dal 2000) e dall’Orchestra Sinfonica Islandese. Dal gennaio 2009 è direttore principale e consigliere artistico della Sydney Symphony Orchestra. Mantiene contatti regolari con la Cleveland Orchestra (di cui è stato direttore ospite principale), la San Francisco Symphony e la Deutsche Symphonie-Orchester Berlin (direttore principale e musicale 1988-1996). È direttore musicale della European Union Youth Orchestra. Dal settembre 2013 è direttore ospite principale dell’Orchestra della Svizzera italiana.


CHRISTIANE OELZE 

Il soprano tedesco si è distinto come interprete a livello internazionale in importanti ruoli sia in campo operistico sia in ambiziosi e ricchi repertori liederistici e concertistici, anche sacri. Ha collaborato con i più rinomati direttori, tra cui Claudio Abbado, Pierre Boulez, Herbert Blomstedt, Riccardo Chailly, Sir John Eliot Gardiner, Carlo Maria Giulini, Nikolaus Harnoncourt, Christopher Hogwood, Sir Neville Marriner, Sir Simon Rattle. Tra le sue produzioni più prestigiose degli ultimi anni vi sono i Lieder di Richard Strauss, le Sinfonie e i Lieder di Mahler, la Missa Solemnis e la Sinfonia n. 9 di Beethoven, oltre a composizioni diverse che spaziano da Bach, Händel e Mozart a Schönberg e Webern.


ANNA BONITATIBUS

Il mezzosoprano italiano, vincitore di Concorsi internazionali, ha un ampio repertorio che comprende oltre 50 titoli d’opera. L’opera buffa napoletana, il repertorio francese, le interpretazioni delle più importanti e conosciute opere di Mozart, Händel e Rossini, oltre al repertorio sacro, hanno portato Anna Bonitatibus ad esibirsi sui più prestigiosi palcoscenici internazionali -con importanti direttori e registi- e nelle sale da concerto di tutto il mondo. Numerose le registrazioni discografiche e i DVD pluripremiati.


CHRISTOPH STREHL

Il tenore tedesco nasce a Lubecca. Nel 1999 vince l’Internationaler Gesangswettbewerb „Alexander Girardi“. Nel 2002 è chiamato all’Opernhaus Zürich dove ha inizio la sua brillante carriera internazionale che lo porterà ad essere uno dei tenori mozartiani più richiesti. Con il suo ampio repertorio (da Monteverdi al primo Novecento) si è esibito nei più prestigiosi teatri e festival europei e internazionali. Ha collaborato con i più importanti direttori tra cui William Christie, Adam Fischer, Marc Minkowski, Franz Welser-Möst, Claudio Abbado, Nikolaus Harnoncourt, Bernhard Haitink e James Levine. È professore all’Universität Mozarteum Salzburg.


OLAFUR SIGURDASON

Il baritono islandese è molto richiesto sui palchi sia operistici sia concertistici. Vincitore di numerosi premi, si è esibito con orchestre quali la Royal Philharmonic Orchestra e l’Orchestra Sinfonica Islandese. Oltre alle sue esibizioni nei ruoli di Scarpia in Tosca, di Don Carlo in La Forza del Destino e dell’Olandese volante nell’omonima opera di Wagner presso lo Saarländisches Staatstheater di Saarbrücken, del cui Ensemble fa parte, questa stagione lo vede protagonista al Reykjavik Arts Festival, allo Staatstheater Darmstadt (nel ruolo di Macbeth), a Basilea (nel ruolo di Iago in Otello) e a Bonn (nel ruolo di Jokanaan in Salomè).

(fonte: Comunicato RSI Inaugurazione LAC)

LAC Lugano Arte e Cultura
Partner principalePartner principale
email facebook twitter google+ linkedin pinterest