La musica apre la stagione estiva in modo inedito

Una serie di novità per formati e collaborazioni animerà il LAC e Piazza Luini

16.5.2017

Il prossimo mese di giugno il LAC e la sua piazza saranno palcoscenico di una serie di novità, che coinvolgono i principali attori e promotori della musica attivi sul nostro territorio. Per la prima volta, LAC, LuganoMusica, Orchestra della Svizzera italiana, LongLake Festival e altri partner propongono un’offerta musicale coordinata che prolunga le tradizionali stagioni artistiche e che, come l’estate, si presenta variegata, sorprendente e con varie contaminazioni.

La musica, dopo alcune spettacolari sorprese in Sala Teatro, uscirà dai suoi luoghi abituali per occupare Piazza Luini con eventi a titolo gratuito rivolti a un pubblico quanto più vasto possibile. Tra questi la trasmissione in diretta dall’Opernhaus di Zurigo di “Un ballo in maschera” di Giuseppe Verdi, che nella formula “Opera per tutti” vedrà dialogare in contemporanea la Sechseläutenplatz con la piazza di Lugano (sabato 17 giugno). Seguono due iniziative dell’Orchestra della Svizzera italiana (venerdì 23 e sabato 24 giugno), impegnata dapprima al fianco della comica Geppi Cucciari in “Pierino e il lupo” poi nel dare voce a “Nosferatu”, un caposaldo del cinema horror degli anni ‘20.

L’Orchestra è inoltre artefice del ritorno a Lugano di Martha Argerich in un concerto evento in suo omaggio con Markus Poschner (lunedì 12 giugno), mentre LuganoMusica lancia il ciclo “classicA10”, che come suggerisce il titolo proporrà due concerti a CHF 10.- con due talenti: l’organista Cameron Carpenter (mercoledì 14 giugno) e il percussionista Simone Rubino (domenica 18 giugno). Le collaborazioni proseguiranno durante i mesi di luglio e agosto con l’Orchestra della Svizzera italiana sul palco di Estival Jazz assieme alla Hildegard Lernt Fliegen, mentre altri attori animeranno la hall e Piazza Luini, quest’ultima in una nuova veste volta al piacere di incontrarsi e scoprire nuove proposte.

Sala Teatro. Il ritorno di Martha Argerich e nuovi talenti in esibizioni fuori dagli schemi

Il mese di giugno si apre con l’ultimo appuntamento della Stagione Concerti RSI/ OSI al LAC e con il gran finale della rassegna di LuganoMusica. Giovedì 1. giugno (ore 20:30) l’Orchestra della Svizzera italiana si esibirà assieme a uno dei maggiori interpreti della scena internazionale, il violoncellista tedesco Alban Gerhardt; in programma musiche di Edward Elga e Antonin Dvořák. Domenica 4 giugno (ore 20:30), dopo molti anni di assenza, torna ad esibirsi a Lugano il Maestro Riccardo Muti con un programma dal notevole impatto tecnico ed emotivo: musiche di Verdi, Schubert e Čajkovskij. Accanto a Muti una delle sue più riuscite creazioni, l’Orchestra Giovanile “Luigi Cherubini”, fondata nel 2004 con il preciso scopo di raccogliere attorno a sé i migliori strumentisti sotto i trent’anni.

Dalla settimana successiva si entra nel vivo delle novità. Lunedì 12 giugno (ore 20:30) un graditissimo ritorno: l’Orchestra della Svizzera italiana, diretta dal suo direttore principale Markus Poschner, salirà sul palco assieme a Martha Argerich in un concerto evento in suo omaggio. A un anno di distanza dall’ultima edizione del Progetto Martha Argerich, la pianista argentina ritorna accompagnata dalla figlia Annie Dutoit nel ruolo di narratrice e da Akane Sakai, anche lei al pianoforte. In programma musiche di Rossini, Beethoven e Saint-Saëns.

Subito dopo LuganoMusica presenterà il nuovo ciclo “classicA10”, che come suggerisce il nome proporrà due concerti a CHF 10.- con due talenti. Il primo appuntamento si terrà mercoledì 14 giugno (ore 20:30): sul palco salirà il carismatico organista Cameron Carpenter; nel secondo, domenica 18 giugno (ore 11:00), sarà protagonista il percussionista Simone Rubino. Fa parte di “classicA10” anche “Opera per tutti”, che darà il là agli eventi gratuiti in Piazza Luini.

Dal teatro alla piazza. Un nuovo palcoscenico all’aperto

Il 17 giugno la piazza del LAC si trasforma in un teatro d’opera a cielo aperto: “Un ballo in maschera” di Giuseppe Verdi sarà trasmesso dalle ore 19:30 in diretta dall’Opera di Zurigo su grande schermo, in contemporanea con la Sechseläutenplatz. Sotto il nome “Oper für alle” (Opera per tutti), l’evento sulle rive della Limmat - giunto alla quarta edizione -, raccoglie sulla piazza di fronte all’Opera oltre 10’000 spettatori e quest’anno, grazie alla collaborazione con LuganoMusica e LAC, approda anche a Lugano. Il pubblico è invitato ad impossessarsi di Piazza Luini, portandosi le sue sedie da campeggio, sdraio, cuscini o coperte, i propri cestini da picnic, oppure ad acquistare tutto sul posto, per godere di questo grande spettacolo in un’atmosfera festivaliera. La serata inizierà già alle ore18:00, quando Giada Marsadri in diretta da Lugano e Kurt Aeschbacher da Zurigo accompagneranno gli spettatori dietro le quinte dello spettacolo, tra i suoi protagonisti e negli spazi dell’Opera. Sarà inoltre l’occasione per conoscere l’Opernhaus e il LAC.

Venerdì 23 e sabato 24 giugno, sarà l’Orchestra della Svizzera italiana ad animare la piazza con due serate agli antipodi, in collaborazione con LAC edu, per un’anteprima del prossimo LongLake Festival. Venerdì sera (ore 21:00) l’orchestra diretta da Pietro Mianiti si esibirà assieme alla carismatica comica Geppi Cucciari per un’inedita performance della celebre fiaba musicale “Pierino e il lupo” di Prokof’ev. Sabato (ore 21:30) invece, sotto la guida di Timothy Brock, uno dei massimi esperti nel campo della musica da film, eseguirà dal vivo le musiche del film muto “Nosferatu” di Friedich Wilhelm Murnau (1922), insuperato caposaldo del cinema horror ed espressionista, che verrà proiettato su grande schermo.

L’orchestra poi, venerdì 7 luglio da Piazza Luini si sposterà in Piazza Riforma sul palco di Estival Jazz per un programma speciale con la Jazz Band svizzera Hildegard Lernt Fliegen. Seguono maggiori informazioni durante la conferenza stampa di Estival Jazz prevista il 30 maggio 2017.

In luglio e agosto proseguono le collaborazioni anche in altri ambiti artistici

Luglio e Agosto vedranno di nuovo trasformarsi Piazza Luini, questa volta in un luogo d’incontro con diverse attività. Oltre a un nuovo arredo, in piazza continuerà la collaborazione LAC - LongLake Festival per una serie di concerti dedicati alla musica del mondo. Nella hall saranno invece coinvolti altre realtà, come Ticino Musica, per pranzi musicali e spettacoli. Il LAC svelerà in questo modo il suo volto estivo, evidenziando come l’estate si conferma un momento interessante per nuove collaborazioni fuori dai canoni, che saranno in grado di sorprendere i visitatori. Seguiranno a breve ulteriori dettagli.

LAC Lugano Arte e Cultura
Partner principalePartner principale
email facebook twitter google+ linkedin pinterest